Torna a dicembre DocuDonna a Massa Marittima: 11 i film diretti da registe in concorso

Torna a dicembre DocuDonna, il festival internazionale che ogni anno fa di Massa Marittima la capitale del documentario a regia femminile. Sono 11 i film diretti da registe in concorso – da Francia, Iran, Italia, Olanda – in questa quarta edizione, che si svolgerà dal 9 all11 dicembre al Palazzo dell’Abbondanza di Massa Marittima, grazie al sostegno del Comune e con la direzione artistica di Cristina Berlini. 

“DocuDonna è un progetto che nasce per dare spazio alle tante registe di talento nel panorama internazionale – sottolinea Cristina Berlini, ideatrice e fondatrice del festival – che faticano ad emergere e a raggiungere un pubblico vasto in un ambiente ancora a prevalenza maschile . Per me il Festival, e soprattutto il cinema, non possono limitarsi al puro entertainment ma devono agire a livello più profondo, hanno la responsabilità di fotografare il mondo attuale e restituirlo ad un pubblico sempre più cosciente. Da Radiograph of a Family a Punta Sacra e Fellinopolis, la quarta edizione di DocuDonna raccoglie gli sguardi femminili del cinema italiano e internazionale su un mondo contemporaneo sempre più problematico; dalla dimensione pubblica a quella privata, dalla questione iraniana alle narrazioni più quotidiane, i film  in concorso (proiettati in lingua originale con sottotitoli italiano e in inglese) riflettono anche quest’anno lo spirito militante del Festival, spazio di libera espressione e  rivendicazione per le artiste e la sensibilità femminile”. 

“Con il Festival DocuDonna promuoviamo Massa Marittima in un circuito culturale di respiro internazionale – sottolinea Irene Marconi, assessora comunale alla Cultura –e al tempo stesso offriamo stimoli sempre nuovi al territorio, ospitando pellicole da tutto il mondo con contenuti mai scontati, che dimostrano la creatività e il talento delle registe che tanto faticano per affermarsi. Il Comune sostiene e accompagna il progetto sin dalla sua nascita, nella consapevolezza di essere parte attiva di una proposta originale e unica nel suo genere, che si distingue nel panorama dei Festival cinematografici e documentaristico a livello nazionale e non solo. Siamo quindi molto orgogliosi che l’ideatrice del Festival Cristina Berlini abbia scelto e continui a scegliere Massa Marittima, per un progetto che avrebbe tutte le caratteristiche per affermarsi nelle grandi città metropolitane. Anche per questo ci piace, perché è un esempio di come si possa decentrare la cultura di qualità, trovando in una piccola realtà di provincia, come la nostra, un progetto così importante e ricco di significati.” 

PRIME ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA 

 Apre la quarta edizione DocuDonna il film Fellinopolis di Silvia Giulietti 

Il pubblico potrà incontrare alcune registe presenti alle proiezioni delle loro opere in concorso: Silvana Costa di Non sono mai tornata indietro, Francesca Mazzoleni di Punta Sacra, Francesca Borghetti di Climbing Iran, Silvia Giulietti di Fellinopolis, mentre altre registe invieranno videomessaggi.

Continua la collaborazione con il festival olandese IFA di Assen, DocuDonna meets IFA, che promuove i documentari delle registe italiane e olandesi nei rispettivi festival. Il film selezionato per DocuDonna è Yalda: the longest night di Faydim Ramshe.

Chiude il festival il film Radiograph of a family, della regista iraniana Ferouzeh Khosrovani, che ha vinto nel 2020 il premio come “Miglior Documentario” al festival IDFA di Amsterdam.

Arricchisce il programma un Focus Iran: figure femminile nellIran contemporaneo a cura di Sandra Innamorato. Dopo la visione dei tre documentari, a testimonianza di solidarietà nei confronti delle donne e degli uomini in Iran, la Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Massa Marittima consegnerà tre targhe alle registe Francesca Borghetti e alla protagonista del suo documentario Nasim Eshqi, e alle iraniane Ferouzeh Khosrovani e Faydim Ramsher.

La giuria di questa edizione è composta da Elena Molina, regista spagnola, Daniele Cini, regista e produttore di Talpa produzioni e Teresa Sala, regista. L’ultimo giorno proclameranno i film vincitori della quarta edizione per la sezione: Miglior Documentario Italiano; Miglior Documentario Internazionale; Menzione Speciale.

FELLINOPOLISSilvia Giulietti | 75 min | Italia, 2021

SEX RELISH (A SOLO ORGASM), Ananda Safo | 12 min | Francia, 2021

IN LIGHT, Alice Fassi | 7 min | Italia, 2022

SURRENDER (OVERGAVE), Marijn Frank | 55 min | The Netherlands, 2022 | Italian Premiere

NASCONDINO, Victoria Fiore | 85 min | Italia/UK, 2021

NON SONO MAI TORNATA INDIETRO, Silvana Costa | 80 min | Italia, 2021

PUNTA SACRAFrancesca Mazzoleni | 75 min | Italia, 2021

ALLA SALUTEBrunella Filì | 75 min | Italia, 2018

YALDA: DE LANGSTE NACHT, Faydim Ramshe | 27 min | The Netherlands, 2021

CLIMBING IRAN, Francesca Borghetti | 85 min | Italia, 2020

RADIOGRAPH OF A FAMILY, Firouzeh Khosrovani | 81 min | Iran/NOR, 2020

L’intero programma con tutte le informazioni su tutti i film è già consultabile al sito 

www.docudonna.it

CONTATTI

 Direttrice artistica DocuDonna 

Cristina Berlini 

cristina@docudonna.it 

 Responsabile Comunicazione DocuDonna

Sandra Innamorato

sandra.innamorato@gmail.com

Author: Maria Grazia Di Mario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *