IDM FILM COMMISSION SÜDTIROL

SETTE NUOVI PROGETTI FINANZIATI ALLA 2a CALL 2022

LA NUOVA STORIA PER BAMBINI DEL REGISTA TEDESCO MIKE MARZUK, UNO SGUARDO SUL #METOO NEL MONDO DELLO SPORT, LA VICENDA, POCO NOTA, DELL’IMPRENDITORE DI BOLZANO CHE HA FATTO RINASCERE LA BUGATTI E QUELLA DI UN TESTIMONE DI GIUSTIZIA E DELLA SUA FAMIGLIA.

Tra i progetti che beneficiano del Fondo anche documentari e cortometraggi. Previsti circa 75 giorni di riprese in Alto Adige.

Alla 2a call del 2022 IDM Film Commission Südtirol finanzia sette nuovi progetti, di cui sei provengono dall’Italia e uno dalla Germania. La loro realizzazione coinvolgerà professionisti e aziende di servizi altoatesini sia durante la fase di lavorazione sui set che in post-produzione. Sono previsti circa 75 giorni di riprese sul territorio.

Le produzioni di quasi tutti i lungometraggi e documentari che saranno realizzati in Alto Adige adotteranno il protocollo del “Green shooting” introdotto da IDM per limitare l’impatto ambientale delle produzioni cinematografiche sul territorio.

Progetti finanziati in fase di produzione

Riceve un sostegno in fase di produzione il film Die Chaosschwestern feat. Pinguin Paul (titolo provvisorio) di Mike Marzuk, conosciuto per la serie televisiva Famous Five che aveva riscosso molto successo tra il pubblico dei più piccoli. Il regista tedesco è ora alle prese con l’avventura del pinguino Paul, rapito da uno zoo per esibirsi a Las Vegas. Il film è prodotto dalla casa altoatesina Filmvergnuegen, insieme con le tedesche blue eyes Fiction, KARIBUFILM Produktion e MMC Fiction, la belga Velvet Films e l’austriaca Dor Film.

Del regista, sceneggiatore e produttore viennese Antonin Svoboda è invece il progetto Persona non grata (titolo provvisorio)che, attraverso la storia di una ex sciatrice vittima di abusi sessuali, apre uno sguardo sul #MeToo nel mondo dello sport austriaco. A produrre questo psyco thriller la società bolzanina Albolina Film, in coproduzione con la Coop99 Filmproduktion di Vienna.

Altro progetto è il film per la TV Der Gejagte (titolo provvisorio), scritto da Stefan Brunner e diretto da Rick Ostermann, costruito sulle vicende che coinvolgono un testimone di giustizia e la sua famiglia. La good friends Filmproduktion di Berlino coproduce con l’austriaca SATEL Film e le riprese saranno quasi interamente realizzate in Alto Adige.

Incentrato sulla storia, poco nota, dell’imprenditore di Bolzano a cui si deve il merito di aver fatto rinascere la Bugatti e rilanciato la Lotus, due dei marchi più iconici del settore automobilistico, è il film documentario Romano Artioli – The last great dreamer (titolo provvisorio)scritto e diretto da Thomas Perathoner e prodotto dalla 44 Production di Bolzano.

Infine, un altro film documentario, Viva Cuba Libre (titolo provvisorio) di Matthias Lintner, chiude il quadro dei progetti sostenuti in fase di produzione. Prodotto dalla altoatesina Helios Sustainable Films, il documentario segue un esule cubano, attivista, che vive in Italia, nel suo rientro in patria, per mostrare cosa sta veramente accadendo nella sua isola tormentata, dove un gruppo di artisti e intellettuali si batte per una Cuba libera e democratica.

Finanziamenti per i cortometraggi

Per quanto riguarda il finanziamento rivolto ai cortometraggi, IDM ufficializza in questa 2° call il sostegno a due nuovi progetti, presentati da case di produzione locali: Senza nome, scritto e diretto da Davide Grotta, un road-movie di genere drammatico prodotto dalla Helios Sustainable Films e Der Maulbeerbaumdiretto da Cornelia Schöpf e Federico Campana e prodotto dall’Albolina Film.

Author: Maria Grazia Di Mario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *