Lo Chat Noir e i Teatri d’Ombre a Parigi: a Roma fino al 1° ottobre

chat noir1 chat noir 2 chat noir 3

di Angelica Bianco

Influenza sull’arte illustrativa fra ‘800 e ‘900 – A Roma, Musei di Villa Torlonia – Dipendenza della Casina delle Civette

22 giugno – 1° ottobre 2017

 

La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturaleSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è organizzata e realizzata dall’Associazione Culturale “Athena Parthenos”, in collaborazione con i servizi museali di Zetema Progetto Cultura.

L’esposizione curata da Cesare Nissirio insieme a Maria Grazia Massafra è basata prevalentemente su materiale cartaceo d’epoca di proprietà del Museo Parigino a Roma e raccoglie manifesti provenienti dalla collezione Salis quali lanterne magiche, lastre, foto, libri, riviste, litografie, cartoline illustrate e persino piatti decorati. “Mi piace pensare che Gabriele Borghini, a cui è dedicata questa mostra, mio grande amico fraterno e maestro, possa continuare a vivere in quello spazio, tra realtà e finzione, che caratterizza il cinema, ma anche quel teatro d’ombre che tanto lo aveva intrigato”. Con queste parole affettuose e piene di commozione, Cesare Nissirio ricorda il compagno di avventure e di una vita, fatta di pura amicizia, durata quasi sessant’anni. “Eravamo come due innamorati, senza essere tali – aggiunge Cesare – e subire questo lutto per me è stato molto doloroso, ma non finirò mai di ringrazialo per il dono dell’amicizia offerta sui banchi di scuola, quando appena sedicenne mi trasferii a Roma con la mia famiglia da un piccolo paesino dell’Abruzzo e per tutti quegli stimoli e interessi sollecitati in me durante le nostre giornate di studio e di chiacchierate”.  Fu proprio Gabriele Borghini, nella sua casa romana di piazza Dante, a proporre a Cesare, pochi giorni prima che scomparisse, l’argomento di una mostra sulle silhouettes da fare insieme.  La magia antica delle ombre è una semplice e antichissima forma di gioco e di spettacolo, di origine orientale, che si diffuse nel settecento in Francia e in Europa con il nome di “ombre cinesi”. Ombra e silhouette sono proiezioni bidimensionali: la silhouette permette di riconoscere, da pochi tratti, il profilo che l’ha originata, mentre l’ombra, separandosi dall’oggetto che l’ha proiettata, rinvia a qualcos’altro. Il teatro d’ombre può essere considerato il primo dispositivo proiettivo concepito dall’uomo, un vero e proprio antenato del cinema. Tra i primi luoghi parigini in cui vennero presentate le ombre cinesi è importante menzionare Lo Chat Noir, mitico locale creato da Rodolphe Salis nel 1881 a Montmartre. Il famoso cabaret parigino, in bilico fra il licenzioso e l’intellettuale, era frequentato all’epoca dall’elite della cultura del tempo, da Eric Satie, Claude Debussy, Emile Zola fino ad arrivare a Sarah Bernhardt. Nella stagione del pre-cinema non solo al Lo Chat Noir ma anche in altri locali vennero proiettate le ombre cinesi fra questi la Boite à Fursy, il Quat’z Arts, il Lyon d’Or, la Lune Rousse ecc, ed è interessante ricordare tutti quegli artisti francesi che contribuirono a originali rivisitazioni delle ombre stesse fra cui Henri Rivière, Adolphe Willette, Caran d’Ache, Louis Morin. Insomma nella  Francia tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo e poi in quello successivo  le ombre, i ritratti e le silhouette divennero una vera e propria moda presso la buona società. La mostra accoglie immagini di diversi spettacoli, oltre a esempi dell’arte grafica otto-novecentesca che testimoniano l’influenza che questi spettacoli ebbero su celebri autori di affiches. Nel corso dell’esposizione sarà possibile ammirare stampe di Toulouse-Lautrec, Cheret, Leonce Burret, Sorel (un illustratore a cui si devono numerose opere pubblicate da La Caricature) sino ai più tardi manifesti di Gruau per il Lido e il Moulin Rouge. Luoghi, opere, ritratti degli artisti, unitamente ad alcune lanterne magiche saranno in mostra dal 22 giugno al 1 ottobre nello storico parco di Villa Torlonia, presso la Dipendenza della Casina delle Civette.

L’esposizione verrà accompagnata da un catalogo a cura di Maria Grazia Massafra e Cesare Nissirio

Nell’ambito della mostra verranno organizzati eventi di vario tipo, come concerti e visite guidate.

Orario mostra : martedì – domenica 9.00 – 19.00

La biglietteria chiude 45 minuti prima

Per info 060608

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Author: wp_4992499

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *