L’ANDARAS Traveling Film Festival è pronto a ripartire

Share Button

Allacciate le mascherine, l’ANDARAS Traveling Film Festival è pronto a ripartire con la seconda edizione del festival estivo sul cinema di viaggio che si tiene a Fluminimaggiore (CA) dal 19 al 23 agosto 2020. Sarà un’edizione coraggiosa, responsabile e rinnovata dall’applicazione delle misure di sicurezza previste dai protocolli anti-Covid, si terrà infatti interamente all’aperto e in riva al mare, ma che manterrà intatta la sua vocazione politica e sociale. Ovvero, quella di promuovere un territorio unico nella già grande bellezza della Costa delle miniere, nel sud Ovest della Sardegna, svincolando un piccolo e affascinante borgo come Fluminimaggiore dal suo secolare isolamento geografico e sociale attraverso la magia del cinema di viaggio; quest’ultimo inteso non solo come spostamento fisico ma anche come stato d’animo, ricerca, conoscenza di sé e degli altri, testimonianza, punto di partenza di ogni arrivo.

Il Sindaco di Fluminimaggiore Marco Corrias, che ha fortemente voluto questa seconda edizione del festival, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, si dice certo che tutte le misure di sicurezza che verranno adottate “permetteranno al pubblico, che attendiamo numeroso, di poter godere del festival in tutte le sue articolazioni, compresi i fuori programma di relax da godere nelle bellissime spiagge del territorio, larghe, spaziose e naturalmente sicure”.

 

Compongono la giuria: Federico Geremicca, giornalista, vicedirettore de La Stampa; Elena Lai, segretaria generale CEPI e responsabile di Europe Analytica; Saverio Pesapane, fondatore di Premiere Film Distribution, vincitore, tra i tanti e prestigiosi premi, anche di un Oscar con il corto “The Silent Child”; la regista Giovanna Taviani, e Francesca Schianchi, giornalista de La Stampa e tra i protagonisti di Propaganda Live su La7.

 

Tra i primi ospiti confermati in questa seconda edizione: Alessandro Gandolfi, uno dei fotoreporter italiani più conosciuti nel mondo,; la filmaker, regista e antropologa Lisa Camillo; lo scrittore e guida paralimpica Lino Cianciotti e la cantante Claudia Aru.

 

Protagonisti indiscussi di ogni edizione i film in gara, 26 i finalisti di quest’anno con opere provenienti da Iran, Svezia, Giappone, Russia , Usa,  Uk, Canada, Macedonia, Colombia , Norvegia oltre che dall’Italia.

 

Il 20 e 21 Agosto, durante le giornate del festival, avrà luogo l’esclusivo workshop “Professione Fotoreporter” a cura di Alessandro Gandolfi dell’agenzia Parallelozero. Un’occasione unica per scoprire insieme cosa sia un reportage e trovare un nuovo modo di guardare il mondo e di raccontarlo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *