Vanessa Incontrada: una mattatrice di origini italo-catalane

Share Button

di toto Torri

Vanessa, la signora dagli occhi color nocciola,   nel pieno   fascino  della   femminile, della  professionalità  artistica, con la scintilla della intelligenza, garbata, classe innata,  con il dono della umiltà, una qualità per pochi,   giovanissima, aveva il sacro fuoco della ribalta, della celebrità, da Barcellona , dove è nata, da madre  catalana e da padre romano della  Garbatella   e  da nonni napoletani, Incontrada, è un cognome tipicamente partenopeo. Vanessa, fin da giovanissima segue  il teatro, il cinema, la moda e desidera diventare  una celebrità, la ribalta, la notorietà e a  soli 19 anni sbarca a Milano, la città dell’Alta Moda, si iscrive ad un corso di modella, è bellissima , particolare, un fisico da grandi firme, il famoso satitrico periodico il Travaso, le fa una copertina ,si lancia e presenta   abiti firmati  da noti brand, sfilando  sulle passerelle più importanti del mondo. Poi la rapisce il cinema,  lanciata da Pupi Avati, seguono le fiction, la televisione  se ne impossessa, una ottantina i veri lavori per Vanessa, l’Italia diventa il suo Paese (ma in fondo è molto…italiana come dna).

In Italia da oltre 20 anni, è da tempo la mattatrice della nostra televisione. Le grandi produzioni la scritturano. Regina delle fiction, ricordiamo la sua ultima“Come una madre” dove Vanessa ha dimostrato con una performance molto  complicata ,una ulteriore concreta   dimostrazione della grande  attrice  che è  e dove critica e pubblico l’hanno   premiata in modo positivo e con  grandi ascolti.

Questa signora   di  classe, ha la simpatia incorporata ed è professionalmente eccezionale,  40 anni e passa da donna e da artista, ha l’umiltà  di chi sa di essere , ma non le interessa  apparire, conosce i tempi giusti,si mangia ancora fisicamente le ventenni che si affacciano alla ribalta. Battutista, ironica,   un misto  di romanesco e napoletano, spesso  ‘ cazzeggia’ volentieri con colleghi e amici Conosce bene i tempi e i momenti. la correttezza scenica è un ulteriore sua qualità,  spesso cede un primo piano generosamente alla giovane collega che ne ha bisogno.

Da sola è padrona del palcoscenico, come  lo è in coppia ,con la sua elegante e discreta presenza, fa  scintille, con Carlo Conti all’Arena di Verona, dove ,  tra .’altro mostra la sua competenza musicale .Con  Gigi D’Alesio, per la prima volta, scritturato come conduttore,   sinceramente restammo  sorpresi e   con qualche pregiudizio, polemizzammo   sul napoletano ,venuto dal niente , ma ora  grande cantautore, musicista, autore, diplomato,  al Conservatorio. Scrivemmo i nostri grandi  dubbi su quell’ evento: “Vent’anni e siamo italiani”, 4 puntate   ricchissime, con  splendidi monologhi della Incontrada . Gigi,  fu  una piacevole sorpresa e toppammo. Comunque sinceramente, anche se non sono un fan della sua musica , Gigi  resta un grande autore cantante e pianista.

Vanessa, è felice compagna  dal 2007 di Rossano Laurini, un capace imprenditore musicale e  di discoteche, con  il quale vive a Follonica,  ed ha un figlio  di undici anni. Se non  ricordo male si chiama Isef.

Per non farsi mancare niente  Vanessa Incontrada ha risposto come sua abitudine con il cuore all’invito  della signora Costanzo, come da giudice nel suo giocattolo preferito “Amici” e da qui nasce una affettuosa amicizia.

Dopo    il coronavirus  riprenderà la tournée, con il suo esilarante spettacolo”Scusa sono in riunione ti posso richiamare?” e comincerà a girare per Raiuno un seriale,  dove   non avrà una parte drammatica , ma sarà la protagonista di una splendida storia d’amore,  E poi…

 

Il discorso fatto da Vanessa ai giovani di Amici ripreso dal TGCom24

“Il futuro arriva in un attimo e nessuno può sapere cosa accadrà. Abbiamo dovuto cambiare, abbiamo dovuto ascoltare, fermarci e cambiare le nostre abitudini. E lo abbiamo fatto, ognuno a suo modo. L’unica speranza è che tutto questo ci serva per imparare qualcosa”. Il monologo di Vanessa Incontrada ai ragazzi di “Amici 19” non è solo un incoraggiamento a credere nelle proprie potenzialità ma anche un invito a imparare dal presente.

La showgirl e attrice, giudice del programma, prima della fine della quarta puntata ha parlato così ai ragazzi: “A noi adulti nel dare valore a ciò che abbiamo, a voi ragazzi per pensare prima di dire una cosa d’istinto. Oggi ho 41 anni e quando mi guardo indietro vedo tutti gli errori che ho commesso, però ho imparato anche tante cose. Il talento non è abbastanza, perché prima dobbiamo mantenere viva la voglia di ascoltare. Ho imparato che chi sceglie di essere artista deve guardare il mondo in modo particolare. Onestà, gratitudine , coerenza, sono fondamentali. Scegliete chi volete essere, sempre, ma vi chiedo di essere persone prima che artisti. E soprattutto non abbiate paura di esser vulnerabili, perché una delle cose che un artista non può permettersi è lasciare gli altri indifferenti. Spero che vi portiate queste parole nel cuore, ci tenevo a dirvelo. Siate forti, siamo forti. Andrà tutto bene“.

t.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *