Fantastici Fiore ed Amadeus: ottimi gli ascolti per il Festival di Sanremo 2020

Share Button

L’Ariston esplode per il quartetto de “I Ricchi e Poveri”, entusiasmo ma commozione per Paolo Palumbo, celebre cantante affetto da SLA con “Io sono Paolo.” Fiore e Amadeus  fantastici.  Ascolti ottimi.  9.633,000 spettatori 53.3 di share ,dovuto l’ aumento, per lo  show piu lungo di 20 minuti.

di Toto Torri

Francamente stupiti  per Amadeus,  al suo primo agognato grande esame, brillante, sicuro,padrone della scena, all’unisono con  lo show  inesauribile di Fiore, che vigile accompagna Amadeus esaltando  il momento sorpresa, dai partecipanti  in gara,  dai  grandi ospiti vogliosi di dare il massimo e da improvvisazioni  spesso non  programmate dalla coppia di amici e ancora più esilaranti. Al direttore artistico – conduttore voto 8 e a Fiore  il  fuoriclasse, che ti appare in palcoscenico, improvviso in  ogni opportuno istante e  ne spara in continuazione. La vera amicizia ingigantisce   le qualità e  mette in risalto il meglio .

Ospite delicato  e invitato con affetto, il cantante Piero Palumbo  affetto da SLA, sdraiato nel  suo letto di dolore, non ha battuto ciglio  nella sua anormalità , serio  e  con immensa dignità, che le telecamere impietose, ma giustificate di Vicario, hanno inquadrato a tutto campo, con la scena madre di questo grande malato, che   da  grandissimo professionista  ha cantato  “Io sono  Paolo”. Più di qualche lacrima, ma soprattutto stupore per un malato senza speranza. Complimenti, non è facile  decidere di riprendere certi tragici  momenti e portarli  a conoscenza di milioni di persone , senza esaltarli  per strappare eventuali applausi, ma con dignità e discrezione.   Un momento  e neanche breve della seconda serata, che onora  Amadeus  e  gli addetti a i lavori.

Ospiti  di grande levatura internazionale Zucchero Fornaciari, che  ha sparato  tre brani del suo repertorio internazionale ed è in partenza per un tour che lo porterà fino in Australia e Nuova Zelanda.  Eccezionale  Massimo Ranieri, da sempre le sue performance anche se ascoltate decine di volte ti entusiasmano , come  non ti può non esaltare!  E per quanto riguarda Tiziano Ferro  presente  in ogni momento, come  ultimo dei boys,  solo la luminosità   degli occhi e il suo sorriso ti strappano calorosi applausi, non convince invece  l‘improvvisa  defezione di Jovanotti.  Dato per sicuro invece all’ultimo istante è volato in Perù per un relax ciclistico, quasi  fiabesco il tutto… Bravissime e gratificanti la presenza della grande accoppiata del Tgq1 , Emma D’Aquibo e Laura Chimenti, che si sono esibite, in due monologhi toccanti e intelligenti, accompagnate da  Sabrina Salerno utile e al servizio dello show.

Di buona qualità i rimanenti big in gara, sorpresa  per Piero Pelù, 58 anni una carriera dignitosa,  esordiente a Sanremo  grazie  ad  Amadeus, che gli ha offerto  la più prestigiosa delle  occasioni    in  classifica generale occupa una  buona posizione, non avevo dubbi  per lo scarso interesse destato da Elettra Lamborghini, come non dubito per Cally, per le innumerevoli sciocchezze precedenti , l’acredine verso il mondo femminile, il sessismo e femminicidio,  ma ha avuto almeno il pudore di presentarsi a viso nudo, senza maschera carnevalesca, il suo destino di maglia  nera è comunque depositato in banca, per questa scelta non capiamo  Amadeus…  Fantastica Tosca con “Ho amato tutto”, i migliori critici, i  veri intenditori di musica  Castaldo e Assante di Repubblica, le danno un voto  altissimo, di Paolo  Iannacci  pensavamo meglio, ma resta il confronto con il grande genitore che non pesa poco,  Enrico Nigiotti, molto pubblicizzato da certi rotocalchi,  ha funzionato  male. Nella classifica solo demoscopica dei 24 big  non ci stupisce la prima posizione di Francesco Gabbani con “Viceversa”,   se fossi stata Rita Pavone personalmente me ne sarei stata a casa.  Ancora molto da vedere quali potranno essere le sorprese del sorprendente Amadeus e del fenomeno  Fiore. Ascolti ottimi, considerato che da sempre la seconda serata del festival subisce inevitabilmente flessione.

t.t

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *