Le anteprime romane al Festival del Cinema di Roma 2019

Share Button

di Ettore Nuara

Prima dell’avvio ufficiale della Festa del Cinema di Roma (17-27 ottobre) all’Auditorium, gli organizzatori hanno fissato alcuni appuntamenti chiamati pre-aperture, in alcune sale di Roma. Il 14 ottobre, alle ore 20,30, sarà proiettato, presso la Multisala Barberini, il film “L’uomo senza gravità”, di Marco Bonfanti, sempre il 14 ottobre, alle ore 20,30 al Teatro dell’Opera verrà proiettato “La prima donna” di Tony Saccucci, il 15 ottobre, alle ore 18, presso la Casa del Cinema di Roma in scena “Le beatitudini di Sant’Egidio” di Jacques Debs, e alle ore 21, alla Casa del Cinema “ROAM ROME MEIN
di Tannishtha Chatterjee; il 16 ottobre, alle ore 16,  alla Casa del Cinema di Roma “La giostra dei giganti”, di Jacopo Rondinelli; alle ore 18 “Gli anni Amari” di Andrea Adriatico,  alle ore 21 “The Jesus Rolls” di Jhon Turturro con la probabile presenza dell’attore regista. Hanno confermato la loro partecipazione alla festa del Cinema Bill Murray e Viola Davis (a entrambi verrà consegnato il Premio alla Carriera; Fanny Ardant, musa e compagna di Francois  Truffaut, Jhon Travolta (incontro con il pubblico e proiezione del suo ultimo film “The Fantastic”, di Fred Durst; Jia Zhangke e Zhao Tao (uniti nella vita privata), lui regista e scrittore a livello internazionale, lei ballerina e interprete cinese di grande spessore. Kore’eda hirokazu, regista sceneggiatore e montatore giapponese, protagonista della retrospettiva; Edward Norton, uno degli attori più carismatici e versatile della sua generazione (“Schegge di paura”, “American History”, “La 25esima ora”, “L’imprevedibile virtù dell’ignoranza”) avrà un incontro con il pubblico e accompagnerà la Festa del Cinema il 17 ottobrecon  il film di apertura di cui è regista e interprete dal titolo “Motherless Brooklyn”.

Bernard Tavernier, figura eclettica e poliedrica, regista, sceneggiatore e critico cinematografico (“L’orologiaio di Saint Paul”, il suo film d’esordio , “L’esca”, “Una domenica in campagna”, premiato con il Leone d’Oro alla carriera nel 2015).

Benicio Del Toro, attore e regista americano (La mia vita picchiatella, Paura e delirio a Las vegas, Traffic, e un perfetto Che Guevara di Steven Soderbergh nel doppio film Che – Guerriglia) che gli vale il premio come migliore attore al Festival di Cannes nel 2008. Nel 2012 esordisce alla regia dirigendo El Yuma, uno degli episodi del film corale 7 days in Havana. Memorabile la sua interpretazione del famigerato narcotrafficante Escobar nel’omonimo film. Ron Howard attore, regista americano che porta alla festa un documentario su Luciano Pavarotti. Protagonista di un incontro con il pubblico il Premio oscar Ron Howard è stato interprete di Happy Days nei panni di Richie e dimostra il suo talento di regista in film come “Splash una sirena a Manhattan”, “Cuori ribelli”, “Apollo 13”, “Angeli e demoni”, “Il codice da vinci”, “Inferno”, questi ultimi tratti dai libri di Dan Brown, sino al recente “Solo: A star wars story”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *