Su SKY per 8 venerdì “1994” con Stefano Accorsi

Share Button

 

di Toto Torri

Stefano Accorsi in “1994”, l’anno della restaurazione,(8 puntate, ogni venerdi su Sky),ultimo atto della trilogia “1992 – 1993”Capitolo finale che ha cambiato il Paese,a cavallo fra prima e seconda Repubblica, una produzione di Sky Studios, Original, da una idea progetto di Stefano Accorsi che ha contribuito alla elaborazione dei tre serial  per un totale di 36 puntate, firmate da Giuseppe Gagliardi e Claudio Noce,con protagonisti Stefano Accorsi, Guido Caprino, Mirian  Leone, Antonio Gerardi,Giovanni Ludeni,Paolo Pierebon, nei panni di Silvio Berlusconi.

La storia, è scritta, da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo.

In “1994”, si racconta, l’anno in cui l’Italia è cambiata per sempre, quello della restaurazione.

Ne è consapevole Leonardo Notte(Stefano Accorsi), che ha capito non solo quanto il potere conquistarlo   sia difficile, ma quanto mantenerlo sia una missione impossibile.Come sembra impossibile per Pietro Bosco (Guido Caprino), riuscire a cambiare, anche ora che ha un ufficio al  Viminale, non riesce ad abbandonare i suoi vecchi difetti, né a dimenticare l’unica donna che ha veramente amato Veronica Castello(Miriam Leone), Deve  decidere  il suo futuro, sa solo che non vuole piu’ vivere solo e inizia a giocare per il potere, per diventare un parlamentare importante, con loro si vedranno le figure del PM di Mani Pulite , Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi), Silvio Berlusconi da Paolo Pierobon, e Dario Scaglia(Giovanni   Ludeno).

Stefano Accorsi , oltre ad essere   l’ideatore di cosi’ complicato e difficile progetto che si allunga e si dilata nei tre seriali, ne è il  massimo protagonista, dove tutto gira intorno alla sua partecipazione. Attore di spessore, la recitazione  è la sua vocazione , è naturale, ma educata da scuole di Teatro , tanto da far parte della Stabile di Bologna .   Nasce a Bologna nel 1971 , maturità, ,a lui di devono una decina di partecipazioni  teatrali, una cinquantina di film importanti, una quindicina di fiction .

NEL 1991 , IL primo Film “Fratelli e sorelle “, diretto da Pupi Avati,

una sua frase non sense ,di una pubblicità di gelateria “De gusti s megl che nan”diventa un tormentone e gli arriva la prima popolarità.

Il suo curriculum cinematografico è pieno di successi, suoi amici  e professionali son Michele Placido, Gabriele Muccino ,  col primo  recita in “Romanzo Criminale”, con Muccino “Baciami ancora, L’ultimo bacio”,con  Ferzan Ozpetek “Fate Ignoranti, Saturno Contro”, con Favino ne “La vita facile.” Nel corso della sua carriera ha vinto tutto,  due David di Donatello, tre Nastri d’argento”, una Coppa Volpi , migliore interpretazione alla Mostra del Cinema di Venezia, due Ciak d’oro e due Globi. A 49 anni può essere soddisfatto, Chi come lui.

Non meno interessante e piena di amori la sua vita privata , una storia importante con Giovanna Mezzogiorno,  lunga,  ma anche tormentata, con  la bellissima Letizia Castà , una  relazione  di una decina di anni e nascita di due figli,  poi colpo di fulmine , si  innamora pazzamente sul set del  serial “1992”   di  Bianca Vitale , 21 anni più giovane, bellissima, bionda alta un metro e settantasette, occhi azzurri ,una  modella affermatissima ,figlia di un direttore colto  e bravo del settimanale più venduto “Sorrisi e Canzoni.”

Bianca,  in “1992”, in tv nel  2015 ,recita, nel ruolo di una  giovanissima che   fa innamorare pazzamente, il protagonista  Stefano Accorsi e proprio in quella scena  che la finzione diventa realtà e per la prima volta Accorsi nel 2015 sposa la fantastica Bianca Vitale  , coronato dalla nascita

di Lorenzo. Una vita professionale invidiabile e una privata, vissuta,  vera, un grande amore  ,una favola romanzata.

t.t,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *