Da Miss Italia a Una vita da cantare: gli eventi Rai da non perdere

Share Button

Dopo l’esilio di parecchi anni, ritorna Miss  Italia, ricordi e musica di Renzo  Arbore, Enrico Ruggeri,Rocco Papaleo ,Sergio Rubini,Carlo  Cracco.

Marco Liorni alla sua bella trasmissione del sabato

di Toto Torri

 

Un ex  direttore di  Raiuno, capriccioso, parecchi anni fa, cancellò di colpo le riprese della fase finale della storica trasmissione di Miss Italia, con  la disperazione di Patrizia Mirigliani che aveva ereditato da suo padre Enzo, quella manifestazione cresciuta anno  per anno con amore e dedizione di un- piccolo ,  intelligente uomo del Sud. Anche in questo caso non ci furono motivi validi, ma pensiamo ad un capriccio pseudo intellettuale non consono alla rete ammiraglia.Mentre  è da ricordare  che  per 80 anni , attraverso la fitta schiera di  bellezze italiche che si sono avvicendate si è  tramandata la  storia , il costume   e l’evoluzione del nostro Bel Paese. Da quel concorso di bellezza, ereditato dalla costola  del primo pubblicitario italiano Dino Villani in poi, dalla  parata di  bellezze, sono uscite moltissime nostre grandi attrici: Sophia Loren che non vinse, la giuria la dichiarò troppo piena di attributi e fu coniato ex novo per lei il titolo di Miss Eleganza, Gina Lollobrigida,  Eleonora Rossi Drago, Gianna  Maria Canale, Lucia Bosè, alle più recenti Anna Valle,Mirian Leone , la Chillemi e tante altre. Quest’anno  Miss Italia  in diretta su Raiuno da Jesolo,in provincia  di Venezia, una città balneare bellissima con 18 chilometri di spiaggia e contornata da una fitta boscaglia di pini marittimi, meta  di tanti  stranieri, austriaci, tedeschi, danesi,svedesi ed anche da famiglie italiane,ha incoronato Carolina Stramare, ventenne di Vigevano (Pavia).

Un affettuoso pensiero a Fabrizio Frizzi, un vero signore della nostra televisione, un sorriso e una battuta  elegante per tutti,grazie  Fabrizio, come te nessuno.Ti vogliamo bene.Sei stato tu, il papà, gentile e discreto delle tante ragazze che incontrasti in tanti anni bellissimi di conduzione.

Enrico Ruggeri, dal 16 novembre, tre puntate”Una vita da cantare”, sui cantautori italiani.Elisa Isoardi, confermata a “La prova del cuoco” con una simpatica novità, Elisa ha deciso di regalarci anche le giuste ricette per i nostri fedeli amici a 4 zampe.IL bravissimo, elegante Marco Liorni alla sua bella trasmissione del sabato, Sul canale due , Renzo Arbore , un grande ritorno, con “Maledetti amici miei,” una puntata a settembre  dedicata a Gianni Boncompagni, la seconda ad ottobre per  Renato  Carosone. Veronesi con Rocco Papaleo e Sergio Rubini. Debutto , dal 16 settembre del grande chef Carlo Craccon  “Nella mia cucina”,  con la presenza di noti personaggi che tenteranno di rifare i famosi piatti di Cracco. Ritorno  di Serena Dandini , a caccia di talenti comici e ironici. Conferma “Parole della settimana”, condotto dal bravissimo giornalista scrittore,Massimo  Gramellini.

-Giletti è +rimasto a  La Sette di Cairo che vanta la migliore squadra di giornalisti politici, sotto la direzione del bravissimo Enrico Mentana. Evidentemente  Massimo  Giletti non gode di soverchie simpatie nell’ambito di Raiuno, la sua “Arena” mai colorata di qualche partito, ha portato sempre alla ribalta casi famosi di mafia , seguendoli fino alla fine e ad una chiara soluzione, assessori e sindaci corrotti, grosse cifre spese per appalti mai terminati, opere rimaste a metà coperti da mucchi di immomdizie e sterpaglie, surplus di vitalizi a onorevoli ex parlamentari. In pratica una lotta di Giletti,  nei riguardi del malcostume e di ogni abuso abituale. Critiche e audience , share  super ottimi, solo con la pubblicità il programma  si pagava da solo e allora? Come spesso accade nessuna risposta, tanto che Massimo nato in Rai a Mixer, una creatura di Minoli è emigrato a La Sette con grande piacere di Cairo editore.

Fabio Fazio  trasferito sulla rete due, una punizione ? Per cosa , il suo “Che tempo che fa”, è sempre sorprendente e   i personaggi invitati, sempre esclusivi . Punito  perché accusato di avere ottenuto il contratto più oneroso  fra tutti i vari artisti e conduttori. Se c’è da fare severo rimprovero e provvedere al caso è soltanto responsabilità  dei dirigenti  di viale  Mazzini  che hanno elargito in maniera spudorata denaro nostro, di noi cittadini ,che ci obbligano a pagare un canone, una vera e propria ulteriore tassa. Ebbene , quali i risultati ottenuti zero, perché il bravissimo conduttore, spostandosi di rete, otterrà gli stessi splendidi risultati di ascolto che fino ad oggi ha sempre ottenuto.

t.t

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

letti non gode delle simpatie di Raiuno, anche se il suo programma ha sempre ricevuto ottime critiche  e successi di ascolto.Fabio Fazio , è stato trasferito su Raidue. Motivo non ufficiale che il suo contratto sia il più oneroso per le casse  Rai. Cosa significa questo, niente,  se c’è da fare un  severo  rimprovero, è proprio ai dirigenti Rai che a suo tempo hanno elargito il lauto compenso, con i soldi di noi poveri utenti.Del resto  il programma di Fazio che è sempre sorprendente , ha successo , riscuote simpatie e i  risultati di ascolto sempre eccellenti. Vai a capire…. È cosa assai difficile.

t.t.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *