Venezia: per il Codacons il film di Martone è il più stroncato

Share Button

Sarà anche in concorso per il “Leone d’Oro”, ma il film «Il Sindaco del Rione Sanità» di Martone risulta in testa nella classifica delle stroncature che gli utenti e i visitatori del Festival del Cinema di Venezia stanno affiggendo alla tradizionale bacheca del Codacons – presente al Lido con l’ormai consueta iniziativa “Ridateci i soldi”, di Gianni Ippoliti.
Il pubblico contesta a Martone la scelta di riproporre un’opera teatrale con le stesse dinamiche dello spettacolo originario (“Dice che non è cambiato nulla rispetto allo spettacolo teatrale: e allora perché merita di essere in concorso?”, scrive qualcuno) e alcuni “liberi travisamenti” che non sono proprio andati giù agli spettatori più legati a Eduardo De Filippo e al contesto dell’epoca in cui l’opera fu scritta.
Geniale, in particolare, la critica di un’ignota spettatrice che si è fatta immortalare distesa su un prato nelle vicinanze del Lido, mentre il testo recita “Non è riuscita a vedere il film di Martone: beata lei!”.
Come ogni anno, quindi, tutti quelli che vogliono esprimere con capacità critica e con stroncatura motivata il loro dissenso per un film, oppure sostenere e incoraggiare le opere migliori, hanno la possibilità di lasciare un messaggio sul muro dedicato. Come da tradizione, il commento più divertente e brillante, più efficace e irriverente, verrà individuato da una apposita commissione dell’Associazione (capitanata da Gianni Ippoliti) e premiato con la “Coppa Codacons” – una scultura realizzata dall’artista Ferdinando Codognotto.
Il Codacons, inoltre, consegnerà il 6/9/2019 una coppa speciale alla carriera di Carlo Delle Piane alla moglie Anna Crispino. Un riconoscimento doveroso per un interprete amatissimo dal pubblico italiano e che proprio a Venezia, nel 1986, si aggiudicò la Coppa Volpi per la straordinaria interpretazione in “Regalo di Natale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *