”L’amica geniale” : vivere per l’amicizia e crederci per un vita

Share Button

di Toto Torri

 

Un viaggio nella memoria lungo 60 anni della vita di Elena Greco e Lila Cerullo vissute per l’amicizia e crederci, tratto dal bestseller  di Elena Ferrante,  diretto  da Saverio Costanzo considerato  uno fra i più intellettuali e preparati registi del momento, tanta qualità , discrezione e talento. Forse,  la prima volta che un figlio   di.. cognome pesante e famoso che  non delude, anzi fin dal    suo esordio e diffidenti per storie vissute, ci ha immediatamente interessato e entusiasmato. Un curriculum   cinematografico di grande rispetto, originalità e chi sa,  ci conferma  tecnica, tempi,  piani sequenze, primi piani di 20 minuti come accadde  nella grande produzione di  SKY  nel seriale  esclusivo’’In Treatment’’ , dove il giovane regista alla sua prima esperienza televisiva, ha diretto un attore  come Sergio  Castellitto  ammirato e stimato che  si mise in gioco  con un film in presa diretta difficile e  diede fiducia facile al signor Saverio Costanzo, che sta ripetendo quel successo.    ‘’L amica  geniale’ un cast  di bravi e dove i protagonisti da ragazzini e da adolescenti sono presi dalla strada della peggiore periferia napoletana, scelti dalla stessa Elena Ferrante  e da Costanzo in un anno di ricerca   con provini di oltre cinquemila scugnizze, perché l’autrice della storia  scritta in 4 volumi  sottolinea ‘’che i bambini attori  ritraggono i bambini come gli adulti. Invece i bambini anonimi della periferia hanno le possibilità di sfruttare la naturalezza e l ‘incoscienza fra realtà e finzione’’. E’ il risultato già avuto, grandi soddisfazioni sia all’anteprima alla recente Mostra di  Venezia,  che al pubblico televisivo delle prime due puntate, 4 episodi, con un record di oltre sette milioni di spettatori e il 30 per cento di share ‘’ robbe’’  dei tempi che furono, quando la RAI  trasmetteva in bianco e nero ed era ai primordi o quasi.

Ma  chi è  ‘L’amica geniale’di Elena Ferrante , che ha venduto un milione di copie nel nostro Paese e molti di più soprattutto in America  dove è assai difficile che un prodotto letterario straniero riesca ad imporsi,  noi piccolissimi ,bistrattati italiani ci siamo riusciti, tanto che  lo stimato, famoso Time ha incluso Elena Ferrante fra le 100 persone maggiormente influenzabili l’ opinione pubblica mondiale.

L’amica geniale  che racconta la storia di un’amicizia , ma   anche di contrarietà,di liti, tra Elena Greco (Lenù) e Raffaella Cerullo(Lila), questa figura spetta a Lila, che fra le due osa sempre di più e che con tutte le sue forze, con i suoi occhi cerca di vedere il sole che c’è , ma non per lei e la sua amica,  che  sembra non abbia paura di nulla che vuole  evadere dalla propria  grigia esistenza in un miserabile quartiere della più lurida periferia napoletana, dove clan  e cosche , camorra e delinquenza di ogni età,  opera e comanda   in una lotta  fra poveri ‘ricchi’ e prepotenti e disgraziati indifesi, soggiogati e umiliati, è una ITALIA DEL 1950,  che ancora si leccava le piaghe e le ferite di una guerra disperata, dolorosa,affamata, voluta da un folle fascista che venne  dopo più di  20 anni di pazzie appeso ad un gancio di un distributore di piazzale Loreto a  Milano, anche questa una crudele inciviltà,  che nessun morto di qualsiasi razza e   qualsiasi peccato dovrebbe subire, quell’ uomo si chiamava Benito  Mussolini  e pace per la sua anima.

E le due ragazzine vivevano in quel clima  politico e sociale da incubo, come anche da adolescenti ai primi amorazzi , ai primi fugaci sguardi, al pensiero forte di una vita migliore, l’ una  figlia di un usciere comunale ed era la ‘’ricca’ , l ‘altra  di uno ‘scarparo’ fra  colla e scarpe  ormai  sfasciate e logorate, dove spesso  l’ uomo campava  come raccontava il grande Trilussa e soffriva in silenzio, perché quel sole  desiderato per loro  bruciava  solo la pelle.E loro invece vivono per un’amicizia e ci credono per l’intera vita.

Toto torri

 

 

 

Un Commento:

  1. Complimenti davvero ottimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *